Skip to content

Come configurare una telecamera ip

Ti piace?
E\' utile?
Summary


Descrizione video
vuoi installare un sistema di videosorveglianza ip ma non sai da che parte cominciare guarda questo tutorial [Musica] benvenuti in questo tutorial di s oggi parliamo di telecamere ip è un argomento che ho già trattato in passato trovate sul nostro canale youtube un tutorial registrato alcuni anni fa assolutamente attuale che riguarda le telecamere ip serie rh dove si affronta l’argomento in un’ottica abbastanza teorica indirizzo ip telecamere dialogo con un computer per chi ha interesse potete andarlo a rivedere oggi invece affrontiamo l’argomento telecamera ip in un modo un po più pratico oggi discutiamo di come si può mettere insieme facilmente un sistema composto da telecamere videoregistratore nvr e router per l’accesso a internet quindi in pratica abbiamo fare quello che è il classico impianto di videosorveglianza ip che si può trovare in un’abitazione in un negozio in un’azienda oggi non parliamo della scelta dei materiali per la scelta di materiali potete contattare il nostro è il desk che a vostra disposizione per consigli e scelte tecniche oggi partiamo dal momento in cui riceviamo la scatola con il materiale al momento in cui l’impianto è finito e funzionante incominciamo [Musica] ecco il materiale appena arrivato dall azienda qui dentro abbiamo tutto quello che ci occorre per realizzare il nostro impianto di videosorveglianza ip vediamo che cosa abbiamo acquistato abbiamo scelto delle telecamere ip serie r cup che sono nella nostra gamma di prodotti quelle diciamo più utilizzate nell impianto commerciale residenziale perché oltre a un’alta qualità associano un ottimo rapporto qualità prezzo quindi sono una scelta molto frequente abbiamo acquistato una telecamera rk dcc 54 14 megapixel sferiche add on per da utilizzare all’interno e abbiamo acquistato una telecamera bullet rk bcc 6 b4 sempre 4 megapixel con un illuminatore più potente da 60 metri per l’esterno facciamo un esempio di due telecamere ovviamente sarebbe lo stesso se avessimo comprato 4 5 6 12 telecamere nulla cambia nella messa in opera del nostro impianto poi abbiamo acquistato un videoregistratore qui abbiamo scelto un videoregistratore serie di n ossia un videoregistratore senza porte più è integrate proprio per poter dimostrare l’utilizzo anche di uno switch esterno si tratta di un dnp 16 anche in questo caso una scelta molto frequente nell’impianto commerciale residenziale abbiamo infatti anche acquistato uno switch pio è per poter collegare le telecamere questo switch più è e in questo caso uno suicida quattro porte potrebbe ovviamente essere più grande da 8 a 16 oppure potremmo anche aver acquistato più switch non cambia nulla nella realizzazione del nostro impianto qui abbiamo fatto apposta un setup piccolo per questioni di praticità ma sarebbe lo stesso se fosse più grande abbiamo anche comprato un hard disk che installeremo dentro il videoregistratore e ci permetterà di registrare e infine abbiamo anche acquistato del materiale per il cablaggio una matassa di cavo di rete categoria 5 va benissimo categoria 5 non c’è bisogno di acquistare cavi particolarmente performanti come cassette perché non è il caso su un sistema ip di questo tipo e abbiamo anche acquistato i connettori rj45 per il cablaggio e la pinza per khrin farli sul cavo abbiamo tutto quello che ci serve adesso iniziamo [Musica] il primo argomento che dobbiamo tenere presente è la sequenza corretta delle operazioni di installazione sembra una banalità ma in realtà non lo è perché la maggior parte delle problematiche di installazione che capitano sui nostri impianti derivano proprio da una sequenza di operazioni effettuate in modo non corretto nella sequenza che vi mostrerò abbiamo privilegiato la configurazione a banco delle apparecchiature questa non è una prassi obbligatoria ma ci sentiamo sicuramente di consigliarla perché le telecamere ip non sono come le telecamere analogiche che si collegano e funzionano le telecamere ip hanno bisogno di una configurazione di un indirizzamento sia a livello di telecamera sia a livello di nvr e questo indirizzamento è molto più comodo farlo coi dispositivi su un banco piuttosto che coi dispositivi installati qualsiasi problematica dove sei sorgere qualsiasi intoppo lo possiamo affrontare molto più facilmente che con le telecamere già piazzate imposti magari difficilmente raggiungibili vediamo quindi la sequenza corretta di operazioni per installare un sistema tvcc di rete qui al mio fianco vedete la corretta sequenza di operazioni da effettuare la prima è l’analisi della situazione di rete questa è una fase che spesso viene bypassata erroneamente perché ci consente di conoscere esattamente quali sono i parametri di rete che dobbiamo impostare nel nostro sistema per poter poi dialogare con il mondo esterno in particolar modo con il router che l’apparecchiatura che ci permette di uscire su internet una volta ha fatto lo studio della rete passeremo alla fase 2 che è la collocazione dello switch o degli switch di rete se sono più di uno in modo da avere le porte sufficienti per collegare le nostre telecamere la fase iii e la fase dove andiamo a collegare una per una le singole telecamere e con l’ausilio di un computer gli daremo un indirizzo è una configurazione corretta una volta collegate e configurate tutte le telecamere allora potremo inserire le guerre questa è la fase 4 anche lì ci sarà una configurazione e sistemeremo le telecamere nei canali che desideriamo tutte queste operazioni si svolgono a banco con le telecamere comodamente su un tavolo vicino al router in modo da poter effettuare la configurazione nel modo più sereno possibile la fase cinque è invece la collocazione fisica delle telecamere e del videoregistratore e degli switch nei punti dove dovranno poi operare passiamo quindi alla prima fase che l’analisi della rete [Musica] l’impianto che abbiamo acquistato teoricamente potrebbe funzionare anche da solo assolutamente a sé stante senza nessun dispositivo esterno si tratta però di una situazione molto rara perché normalmente un impianto di tvcc oggi si deve interfacciare come una rete esterna che può essere una grande rete composta da computer eccetera ma può essere anche semplicemente un dispositivo essenziale che è il router per dialogare verso internet se noi partissimo adesso a testa bassa a configurare il nostro impianto di telecamere e videoregistratore dando degli indirizzi a caso ci troveremmo poi in difficoltà una volta che è dovremmo collegarci al router al mondo esterno perché presumibilmente avremmo dato indirizzi non coerenti ecco perché la prima cosa che dobbiamo fare è andare a indagare nella nostra rete per capire quale configurazione di rete assegnare per poter poi dialogare efficacemente con il router e poter quindi uscire su internet con successo il router è un’apparecchiatura come questa questa è una vodafone station ce l’avranno molti a casa dipende dal vostro provider ovviamente come tutti i router a una porta esterna verso la rete diciamo adsl o fibra quello che sarà e poi io delle porte interne a cui collegare i nostri dispositivi e qui che noi andiamo a collegarci cosa ci serve per poter sapere le impostazioni giuste per il nostro router ci serve un computer senza un computer non si può mettere in funzione un impianto di telecamere a circuito chiuso perché non si ha modo di dialogare con le apparecchiature colleghiamo il router con il computer tramite dei cavi di rete questo è un patch cord che potete comprare in tutti i negozi di informatica già fatto sono cali diritti non crossover e diciamo con questo tipo di cavo saremo in grado di collegare tutte le apparecchiature che vedrete in questo tutorial quindi routine al computer videoregistratore telecamere andranno tutte collegate con questo tipo di cavi qui avete un cavo già fatto più frequentemente negli impianti si utilizzano dei cavi matassa e poi si determinano con dei connettori rj45 colleghiamo quindi una porta interna del nostro router al computer e a questo punto siamo pronti per spostarci su computer e porre in atto le operazioni che ci permetteranno di conoscere perfettamente gli indirizzi e le configurazioni di rete giuste per il nostro impianto eccoci davanti al computer vogliamo capire da questo computer quali sono i parametri corretti che utilizza questa rete come facciamo utilizziamo innanzitutto la funzione e dhcp questo computer come tutti i computer di fabbrica funziona in dhcp ossia si collega al router e automaticamente ottiene i parametri di rete corretti per poter navigare su internet colloquiare con luther se proviamo ad esempio aprire un browser vediamo che questo computer si collega correttamente a internet quindi vuol dire che ha acquisito dei dati corretti andiamo allora vedere quali sono i dati che ha acquisito questo computer per fare questo apriamo un pronto di dos il prondi dos si può richiamare in tanti modi con windows 10 forse il modo più facile e ricercare dos nella casella di ricerca e apriamo il classico prondi dos qui possiamo digitare dei comandi quello che ci consente di vedere i parametri di rete di questa macchina è il comando aipi config senza spazi né nulla battiamo enter e otteniamo i dati che volevamo qui vediamo che il gateway di questa rete ossia il router a indirizzo 192.168.0.1 mentre questo computer ha ottenuto automaticamente l’indirizzo 192.168.0.1 questo ci fa capire che questa rete usa la classe 192.168.1.1 dialogare con queste questo rudere questo computer dovranno avere questi primi tre numeri dell’indirizzo ip uguali quindi 192.168.1.1 ridi tutte le nostre apparecchiature telecamere nvr eccetera l’ultimo numero lo potremo scegliere piacere fra da 1 a 256 purché libero e non utilizzato da altri apparecchi la subnet mask usata da questa rete e 25 5.25 5.25 5.0 dovremo quindi utilizzarla su tutti i nostri apparecchi ad esempio vedendo qua la situazione di questa rete potrebbe essere un’idea intelligente dare al nostro nvr l’indirizzo 192.168.0.1 telecamera 1 l’indirizzo 101 alla telecamera 2 il 102 e così via alessi mo altre telecamere prima però di approvare questa scelta conviene verificare che gli indirizzi che desideriamo dare alle nostre apparecchiature siano liberi in questo caso sono sicuramente liberi perché la nostra rete è molto piccola non ha altra parecchia toure ma se fosse una rete grande ci potrebbero essere altri dispositivi che usano questi indirizzi allora è necessario verificare che questo non sussista per fare questo siamo il comando ping spazio e poi battiamo l’indirizzo che vogliamo verificare ad esempio l’indirizzo che vogliamo dare al nostro nvr battiamo enter e dobbiamo ricevere delle risposte negative come in questo caso questo significa che l’indirizzo 192.168.1.1 bill è libero se avessimo ad esempio programma pingare ad esempio il nostro router questo è quello che succede se invece ping chiamo un dispositivo che risponde cioè che esiste ed è collegato in rete questo indirizzo a 190 268 punto 2.1 non è evidentemente disponibile perché occupato da un’apparecchiatura proseguiamo ping andò tutti gli altri indirizzi che intendiamo utilizzare e proseguiamo in questo modo fino ad avere la certezza che tutti gli indirizzi che desideriamo utilizzare siano liberi e disponibili prima di collegare le nostre telecamere dobbiamo avere a disposizione un numero sufficiente di porte di rete per poterlo fare il router abbiamo visto che ha delle porte di rete già integrate ma sono poche e poi sono porte senza alimentazione pio e quindi non vanno bene per le nostre telecamere per collegare le telecamere dobbiamo collegare prima al router degli switch uno lo abbiamo acquistato insieme al nostro materiale ed è questo piccolo switch io è da quattro porte sufficienti per il piccolo impianto che dobbiamo realizzare ricordiamo prima di tutto che lo switch tra le apparecchiature che abbiamo acquistato e che dovremmo installare oggi è l’unica apparecchiatura che non ha bisogno di nessun indirizzamento è un apparecchio che semplicemente colleghiamo al router al monte della rete quello che sarà e ci da le porte sufficienti alle nostre telecamere e un po come una presa multipla di un impianto elettrico entra una porta e cene da quattro ma non ha bisogno di nessuna configurazione in questo caso abbiamo una porta che chiamiamo uplink che è quella che utilizzeremo per collegare il monte della rete quindi il router e poi abbiamo quattro porte pio e che sono quelle che invece utilizzeremo per le telecamere le porte pio e si dicono così perché sono in grado di fornire alimentazione al dispositivo connesso e sono quelle che utilizziamo per le telecamere possiamo anche utilizzarle per rpc o altro perché lo switch è in grado da solo di capire se il dispositivo connesso a richiede o meno alimentazione possiamo collegare un solo switch oppure più switch se colleghiamo diversi switch e ricordiamo di utilizzare sempre la porta uplink per il monte della rete quindi partiremo dal router entreremo nella plink del primo switch e poi usciremo da una porta di questo switch andremo alla plink del secondo switch e così via fino alla fine avremo al termine la nostra operazione un numero sufficiente di porte per collegare le nostre telecamere e possiamo quindi procedere oltre e collegare finalmente la nostra prima telecamera [Musica] siamo finalmente arrivati al momento di collegare la prima telecamera qui abbiamo il nostro switch abbiamo un cavo di rete che proviene dal nostro router e va a finire nella porta uplink dello switch e poi abbiamo le quattro porte i o è pronte per i nostri dispositivi prendiamo la prima telecamera collegare una telecamera ip è facilissimo con un cavo di rete andiamo dalla porta della telecamera alla porta pia e dello switch osserviamo il ed il funzionamento della porta dello switch dopo alcuni secondi dovranno iniziare a lampeggiare questo significa che il collegamento elettrico e digitale con il dispositivo funzionano correttamente se non vedete funzionare correttamente il ed allora bisogna verificare il cablaggio fisico dell’apparecchio cablaggio a livello di crepatura dei cavi eccetera cosa molto importante non andiamo oltre in questa fase la prima telecamera tutte le telecamere ip sono date con un indirizzo ip statico fisso uguale per tutte le telecamere se installato in questo momento anche la seconda telecamera provocheremo un conflitto ip e non funzionerebbe nulla quindi dobbiamo installare questa prima telecamera vedere che funzionano correttamente dal punto di vista elettrico e successivamente andare a configurare l’indirizzo ip di questa telecamera solo una volta che abbiamo completato questa fase possiamo allora andare a collegare la seconda telecamera questo è molto importante perché tanti problemi si verificano proprio per questo installazione simultanea di telecamere che hanno lo stesso indirizzo ora abbiamo collegato alla telecamera spostiamoci sul computer per configurare l’indirizzo eccoci di nuovo davanti al computer ora dobbiamo ricercare in rete la telecamera che abbiamo installato e modificare l’indirizzo ip per fare questo usiamo una utility un piccolo software che è contenuto nel cd insieme alla telecamera si può anche scaricare dal nostro sito e il software di configurazione della serie rk altre gamme della nostra serie hanno le loro utility simili a questa che vedrete funzionare il programma all’avvio esegue automaticamente una ricerca dei delle telecamere ip serie r cup presenti in rete e trova la telecamera che abbiamo appena collegato il suo indirizzo di fabbrica 192 168 1.168.862 questi parametri dobbiamo modificarli per inserirli correttamente in base alla nostra rete evidenziamo la telecamera e qui sulla destra abbiamo i parametri completamente editabili andiamo quindi a inserire al posto dell’indirizzo di fabbrica indirizzo 192.168.1.1 che avevamo stabilito per la prima telecamera il gateway non è più 190 268 1 ma 190 268 2.1 perché questo è l’indirizzo del nostro router il dns è un parametro che non abbiamo ancora visto finora e il server online che le telecamere possono usare per identificare i siti web potete inserire il dns del vostro provider se lo conoscete oppure per non sbagliare potete inserire il dns di google 8.8.8.8 che funziona sempre le porte le lasciamo inalterate inseriamo lo username e la password di accesso alla telecamera lo username e la password per le telecamere serie r cup e admin admin tutto minuscolo a questo punto possiamo cliccare modify questo messaggio ci avverte che la modifica ha avuto successo possiamo cliccare ok diciamo che a questo punto il nostro lavoro di configurazione lo abbiamo terminato potremmo nello stesso modo con altre gamme della nostra serie procedere con i rispettivi software di ricerca funzionano tutti nello stesso modo si ricerca una telecamera e si modifica con il programma per vedere e controllare il nuovo indirizzo dobbiamo attendere una trentina di secondi perché la telecamera delle loggarsi in rete con il nuovo indirizzo poi a questo punto premendo il refresh ritroviamo la telecamera con l’indirizzo corretto che questa volta è coerente con la nostra rete 192 168 2.101.200 pronti per usare questa telecamera abbiamo completato l’installazione della prima telecamera la seconda telecamera si farà nello stesso modo la terza e via così andremo ad assegnare ognuna un indirizzo ip diverso e normalmente progressivo prima di procedere oltre con viene però fare un test di collegamento con ogni singola telecamera questo lo facciamo di nuovo al personal computer questa volta utilizzando il browser per internet per collegarci alla telecamera utilizzano un browser per internet il browser preferibile in questo caso è sempre internet explorer possiamo usare con la serie rk anche altri browser come chrome firefox ma internet explorer è sicuramente compatibile con tutte le gamme di telecamere ip disponibili in commercio perché nel browser di riferimento per la videosorveglianza lanciamo internet explorer e per collegarci alla nostra telecamera dobbiamo semplicemente digitare nella barra dell’indirizzo in alto l’indirizzo ip della telecamera interno ovviamente alla nostra rete 192.168.0.1 patiamo and her la telecamera al primo accesso riconosce che non è presente nel browser che stiamo utilizzando il plugin necessario per riprodurre la telecamera e ci consente di scaricarlo clicchiamo download e salviamo il plugin magari sul desktop scaricato plugin possiamo chiudere internet explorer e installiamo questo piccolo software il plugin si installa in poco tempo e a questo punto siamo pronti a far ripartire il browser è effettuare il collegamento nei futuri collegamenti con altre telecamere dello stesso tipo non ci sarà più bisogno di fare questa operazione perché una volta installato il plugin sarà sempre disponibile andiamo a inserire nel browser l’indirizzo ip della telecamera e finalmente ci si presenta la maschera di accesso digitiamo admin admin che sono le credenziali di fabbrica delle telecamere ip serie rk e accediamo alla telecamera questo accesso serve per poter verificare la qualità dell’immagine la ripresa i colori fare delle modifiche ma in questo momento non è questo l’oggetto di questo tutorial ci basta verificare che l’immagine si veda correttamente colori siano giusti facciamo questa prova su tutte le telecamere in modo da essere certi di poter proseguire bene siamo arrivati a un buon punto nel nostro lavoro nella fase 1 abbiamo scoperto come funziona la nostra rete nella fase 2 abbiamo collegato gli switch nella fase iii abbiamo collegato alle telecamere assegnato l’indirizzo ip e abbiamo anche verificato con un collegamento di test che tutto sia a posto ora il momento di andare oltre passare alla fase 4 in questa fase inseriremo in rete le neviere le guerre e il dispositivo di gestione che ci permette di fruire facilmente dell’impianto e il videoregistratore di rete il network video recorder vediamo come funziona [Musica] e venuto il momento delle nvr il videoregistratore nvr e il cuore del nostro impianto di telecamere ip tramite delle guerre possiamo registrare otteniamo le uscite monitor per poter vedere le telecamere sullo schermo e possiamo poi anche accedere da remoto coi cellulari eccetera questo modello è dnp 16 una scelta classica per gli impianti commerciali e residenziali e munito di una sola porta di rete tutta diciamo la comunicazione con le telecamere viaggia su questa porta di rete poi ci sono le uscite per i monitor per poter avere gli schermi di visualizzazione questo è diciamo il modo più classico e corretto di installare un nvr in rete abbiamo poi anche nella nostra gamma degli nvr che hanno delle porte pio e integrate per le telecamere sono un vantaggio di praticità se vogliamo per poter collegare direttamente le telecamere al videoregistratore ma d’altro canto sono anche un impedimento perché mi obbligano a poter apportare i cavi di rete tutti al videoregistratore come avviene per i sistemi analogici in realtà il vantaggio della televisione a circuito chiuso su bp è proprio quello di poter avere le telecamere collegate agli switch ovunque nell impianto e il videoregistratore raggiungibile solamente con un cavo di rete adesso collegheremo questo video registratore a un monitor al mouse alla rete e andremo a configurare le telecamere eccoci ora alle prese con il nostro nvr abbiamo montato il videoregistratore abbiamo collegato il monitor il mouse montato l’hard disk all’interno soprattutto abbiamo collegato alla rete il videoregistratore si collega alla rete in qualunque punto può essere collegato a uno switch direte qualunque al nostro switch insieme alle telecamere quello che abbiamo installato nella fase ii direttamente al router dove vogliamo tanto il dialogo con le telecamere avviene tramite il cavo di rete non tratteremo in questo tutorial montaggio dell’hard disk e il collegamento remoto con il videoregistratore tutte queste cose perché sono già state oggetto di un altro tutorial che trovate sul nostro canale youtube e riguarda proprio l’utilizzo della dei video è stato ri serie di n di questa gamma oggi guarderemo esclusivamente la parte che riguarda la configurazione delle telecamere ip la prima cosa che dobbiamo fare è assegnare a questo video registratore una configurazione di rete corretta sappiamo i parametri di rete che volevamo segnare e diamo a inserirli nella configurazione lavoriamo direttamente con il mouse sullo schermo si clicca con il destro meno usd la configurazione di rete la troviamo nel pulsante giallo teoricamente un videoregistratore potrebbe anche funzionare in modalità dhcp però non è una configurazione consigliabile nelle telecamere ip perché potrebbe modificare poi il proprio indirizzo nel tempo e renderci difficile raggiungerlo dall’interno della rete molto meglio quindi assegnargli un indirizzo ip statico quello che avevamo concordato era 190 268 2 cento la cyber must 255 255 255 0 va bene il gateway 192 168 2.1 come dns possiamo lasciare 88 88 che il dns di google oppure inserire quello del provider qui vi ho fatto vedere anche un trucchetto involontariamente interessante per acquisire già direttamente gran parte dei dati di rete in modo automatico o abilitato la funzione di hcp per un attimo il video ristoratore ha recepito dal router i dati di reti giusti e mi ha già compilato la tabella e poi non hanno dovuto far altro che modificare l’indirizzo ip permette il centro a 268 200 che era l’indirizzo che avevamo concordato a questo punto posso salvare con la segnale di punta verde in alto e il videoregistratore acquisito la sua configurazione di rete a questo punto non ci resta che andare a inserire le telecamere per configurare le telecamere dobbiamo cliccare il pulsante rosa aggiungi ai pick up compaiono due tabelle una superiore dove il videoregistatore automaticamente va a ricercare le telecamere configurate in rete e ha trovato infatti i due indirizzi che noi abbiamo configurato la telecamera 101 la telecamera 102 sotto abbiamo la lista delle telecamere aggiunte al videoregistratore che in questo caso non ci sono ancora scegliamo la prima telecamera e clicchiamo aggiunge si apre una paginetta di configurazione molto scarna dove possiamo inserire la porta di comunicazione che normalmente sarà già corretta in base alla comunicazione fra il videoregistratore e la telecamera la risoluzione è bene lasciare la sua automatico il protocollo è sempre onvif quello su cui dovete lavorare e la password utente il nome utente e la password in particolare la password viene proposta con degli asterischi ma non è detto che sia quella corretta per le vostre telecamere bisogna quindi andare a scriva sovrascriverà sempre nel caso delle telecamere rk dobbiamo inserire admin admin questo è quanto clicchiamo la spunta verde vedete che in alto a sinistra a comprare la scritta la scritta connecting perché il videoregistratore sta andando a collegarsi con la telecamera che possiamo ovviamente ingrandire a pieno schermo se non dovesse comparire lo streaming video questo normalmente può succedere ad esempio quando si integrano telecamere di altri costruttori nei nostri nvr e quindi magari i settaggi non sono automatici allora in quel caso dovete andare a verificare nell’ordine la password di accesso la porta di comunicazione del del protocollo home beef che di norma nelle nostre telecamere e la porta 80 ma altre telecamere di altri costruttori può essere una porta diversa e in ultimo i settaggi di regolazione della codifica perché alcune modifiche potrebbero non essere compatibili ad esempio il motion jpeg era una vecchia codifica non più compatibile coi nostri video registratori queste sono le tre aree su cui andare a investigare se non si verifica immediatamente la connessione viceversa quando la commissione ha successo il videoregistratore dialoga con la telecamera stabilisce nel corso di un paio di tentativi la massima risoluzione che puoi negoziare con la telecamera e il sistema è pronto per funzionare [Musica] terminata la configurazione a banco del nostro sistema configurate le telecamere configurato nelle guerre e tutto funziona correttamente possiamo passare alla installazione fisica dei componenti quindi andiamo a posizionare le telecamere nel luogo dove veramente dovranno funzionare per far questo utilizziamo il cavo di rete categoria 5 lo terminiamo con dei connettori era già ai 45 qui non stiamo a spiegare la materia di crimpatura eccetera che è ampiamente documentata su internet questo è l’unico cavo che serve per collegare i sistemi di televisione a circuito chiuso i qui alimentazione video eventualmente audio passano su questo unico cavo di connessione una volta arrivati alla telecamera la possiamo posizionare entro 100 metri dallo switch quindi la distanza tra switch e telecamera e al massimo 100 metri per le connessioni più e se dobbiamo andare oltre dobbiamo rilanciare con ulteriori switch o con iniettore pur esterni una volta giunti alla nostra telecamera dalla telecamera esce con un cavo con i connettori di circa mezzo metro che ci permette di raggiungere la cassetta di derivazione più vicina per poter proteggere le connessioni se non disponete di una cassetta di derivazione vicino alla telecamera conviene acquistare la base stagna per le connessioni che è una scatola che offriamo praticamente per tutti i nostri modelli che sta fra la telecamera e la parete e permette all’interno di contenere le connessioni e tenerle protette dalle intemperie bene abbiamo terminato questo nostro tutorial io vi ringrazio per aver seguito queste spiegazioni spero che siano state utili vi ricordo che per ulteriori informazioni sui nostri prodotti ed eventualmente per acquistare potete fare riferimento al nostro sito internet www.gse.it [Musica]